Lettori fissi

lunedì 18 febbraio 2013

Spaghetti shirataki allo scoglio

Stasera era il compleanno del babbo, e avevamo deciso di concederci un primo piatto all'insegna del piacere!
Abbiamo comprato a Firenze ( al Vivi market) gli spaghetti shirataki, ovvero gli unici concessi nella dieta dukan; ne abbiamo presa una confezione da 400 gr.
Quando gli abbiamo visti ci siamo spaventati, erano bianchicci, tutti arrotolati e messi in ammollo nell'acqua.
Inquietanti!
Ed invece al primo assaggio siamo rimasti tutti piacevolmente sorpresi. Questi spaghetti sono ottimi, molto simili agli spaghetti di riso.
Noi li abbiamo conditi con un sughetto allo scoglio che ci stava da 10, ma credo che si sposino bene un po' con tutti i sughi!
Per questa ricetta ho scelto una bellissima canzone di Yruma, un giovane pianista che compone delle musiche da PAURA... in molti la riconosceranno come colonna sonora di Twilight.. secondo me è veramente una canzone meravigliosa..da ascoltare anche centinaia di volte al giorno!


Ingredienti ( per 4 persone):
40 cozze
40 vongole veraci
2 moscardini e/o 400 gr di polpo tenero ( a piacere aggiungere totani, seppie, calamari o altri frutti di mare tagliati finemente)
4 pomodori san marzano tagliati a cubetti
2 ciuffetti di prezzemolo tritato
1 peperoncino di media grandezza ( io ho utilizzato quello secco sbriciolato)
pepe e sale q.b
1 bicchiere di latte parzialmente scremato
2 cucchiai di yougurt magro
succo di 1/2 limone (che serve per far cagliare bene il latte)
400 gr di spaghetti shirataki
2 spicchi di aglio tritati

Preparazione:
Prendete le cozze, le vongole, i moscardini e gli altri frutti di mare e metteteli in una padella antiaderente o in un Wok abbastanza capiente; aggiungete il latte e lo yougurt, i pomodori, il peperoncino,l'aglio, il succo del limone, il prezzemolo e sale e pepe a piacere.
Ponete la padella sul fuoco medio e lasciate cuocere per circa 20 minuti, aggiungendo, se troppo asciutto, un cucchiaio di latte alla volta.
A parte mettere una pentola di acqua salata e portare ad ebollizione.
Nel frattempo, quando il sughetto ha raggiunto il livello di cottura desiderato ( considerate che deve rimanere abbastanza liquido per potervi saltare la pasta successivamente) togliere dal fuoco.
Buttate la pasta shirataki nell'acqua bollente, dopo averla abbondantemente sciacquata con acqua tiepida.
Lasciate cuocere per non più di 2 minuti , toglietela dal fuoco e mettetela in padella per saltarla insieme al sughetto. (nel caso in cui il sugo risulti troppo asciutto,aggiungete un cucchiaio di acqua di cottura)
Saltate la pasta per qualche minuto, finchè il sugo non si sarà quasi completamente asciugato, togliete dal fuoco e servite.