Lettori fissi

mercoledì 6 febbraio 2013

In diretta dal Brasile: Erva Mate

Sono andata al Vivi Market..un piccolo negozio di Firenze dove vendono tutti prodotti etnici! Avevo letteralmente voglia di comprare tutto quello che c'era in giro..e ne sono uscita con 2 borse piene di prodotti giapponesi e con questa bustina da 100 grammi di Erva mate!
Non so perchè ma, dando un occhiata al retro della busta, mi ha subito ispirato...e non mi sbagliavo!
E' veramente molto buona, una via di  mezzo tra un tè ed una camomilla, rilassante e con una storia alquanto antica.
Da secoli gli Indios consumano infusi di quest'erba particolare, il cui nome deriva da "Matti" che significa zucca vuotata ed indica il tipico contenitore in cui si mettevano le foglie in infusione.
L'Erva Mate appartiene alla tradizione sud americana brasiliana e argentina.

La consistenza dell'Erva Mate è diversa da quella di un normale tè, è tagliata più fine e a volte capita di trovare qualche pezzetto galleggiante nella tazza.
C.Levi Strauss definiva l'erva mate come un concentrato di foresta in poche gocce e ci consigliava di prepararlo mettendo un pugno di erva mate in acqua fredda e portare ad ebollizione, spegnendo non appena l'acqua accenna a bollire.
Scolare le foglie con un colino e gustarsi l'erva mate appena preparata!