Lettori fissi

domenica 10 febbraio 2013

Nicoletta's Cheesecake


Dunque...questo cheesecake è la ricetta originale from California della mamma di Nicoletta!
Lo avevo preparato per una cena dell'Università insieme ai ragazzi Erasmus spagnoli, ai quali il dolce è molto piaciuto, non ne è avanzato nemmeno una fettina!
Nella prima versione della ricetta diciamo che abbondavamo un po' con le uova, ed il dolce risultava un po' pesante, anche se squisito.
Nicoletta allora ha deciso di modificare leggermente la ricetta in modo da ottenere un dolce più delicato.
Vi posto quindi la foto di una fetta (superstite) del secondo dolce.

Come vedete questo cheesecake è molto alto, coperto con marmellata,e molto spumoso!
A mio parere, ed a parere di Nicoletta, è il miglior cheesecake in assoluto!

Ingredienti:
300 gr di biscotti Digestive originali
2 tablespoon di zucchero
75 gr di burro sciolto
1kg di Philadelphia
1 cup di panna fresca
2 cup di zucchero (di cui 1/2 per la base)
1/2 cup di farina
4 uova
scorza grattugiata di un limone
vanillina
marmellata ai lamponi

Preparazione:
Preparate la base tritando i biscotti ed aggiungete lo zucchero ed il burro fuso, mescolando.
Stendete la base su una teglia imburrata compattandola bene con un cucchiaio.
Mettete la base in frigo per 30 minuti, dopo averla passata per 10 minuti in forno a 100 gradi.
Nel frattempo in una pirofila mescolate, con le fruste, il Philadelphia, lo zucchero e la farina.
Aggiungete le uova, una per volta, la vanillina, la scorza di limone ed infine la panna.
Togliete la base dal frigo e versateci sopra il composto cremoso, mettete il vostro cheesecake in forno ventilato a 120/140°C per 40 minuti finchè non diventa dorato.
Spegnete il forno e lasciate il dolce dentro per 30 minuti.
Togliete il dolce dal forno, lasciatelo raffreddare bene ed infine mettetelo in frigorifero per una notte intera.
Cospargete la superficie con della marmellata ed il cheesecake è servito.

Nicoletta mi consigliava la cottura a bagnomaria del dolce, in modo da ottenere una cottura perfetta.
Io l'ho cotto normalmente perchè non possedevo una teglia abbastanza grande da contenere la teglia a cerniera.